Copriscarpe castelli diluvio ul

I copriscarpe Castelli Diluvio UL sono realizzati in neoprene impermeabile per mantenere i piedi asciutti, si estendono in alto per assicurarsi che le caviglie rimangano calde nella maggior parte delle condizioni, e sono molto elastici per una vestibilità stretta e confortevole.

Castelli offre un sacco di modelli diversi di sovrascarpe - 13 all'ultimo conteggio, se si include il Toe Thingy - i modelli Diluvio sono progettati per mantenere i piedi asciutti e caldi ('diluvio' significa 'diluvio' in italiano).

Ash ha recensito le Diluvio Pros (ora 60€) un paio di anni fa e le ha valutate molto bene. Mentre i Diluvio Pros sono fatti di neoprene di 4 mm di spessore, i Diluvio UL sono spessi 3 mm, così come i Diluvio C (45€) e i Diluvio 2 All-Roads (45€).

Prima di tutto: i Diluvio UL tengono fuori l'acqua? Questo potrebbe fare o rompere l'accordo, in particolare per i lettori del Regno Unito. La buona notizia è che l'acqua non passa attraverso il neoprene e le cuciture sono sigillate. Favoloso; siamo pronti e funzionanti!

Mentre la Diluvio Pro di cui sopra ha una cerniera resistente all'acqua sul retro, la Diluvio UL ha una cerniera standard YKK, anche se le alette di neoprene a doppio strato dietro di essa aiutano a ridurre al minimo l'ingresso lì.

Copriscarpe castelli diluvio ul 0

Come con qualsiasi altra sovrascarpa che abbia mai usato, l'acqua può alla fine entrare se è persistente. Una sezione lucida di tessuto che Castelli chiama una pelle di neoprene intorno al bordo superiore è progettata per formare una guarnizione, ma se si indossa una calzamaglia intera all'interno della soprascarpa, la pioggia può immergersi nel tessuto e gradualmente migrare verso sud. Non si può discutere con la fisica (anche se è possibile posizionare le caviglie dei collant idrorepellenti all'esterno della soprascarpa per minimizzare questo effetto).

Puoi montare i soprascarpe Diluvio UL in modo che il bordo inferiore avvolga leggermente la suola delle tue scarpe per evitare che l'acqua vi penetri.

Il fondo della soprascarpa è aperto, ma con una chiusura in velcro che permette di regolare la larghezza. Il velcro ha un supporto super resistente e lo stesso vale per la sezione sotto la punta. Entrambi sono ancora in ottima forma nonostante siano stati a contatto con pietre e ghiaia sulla strada da e per la bici ogni giorno per diverse settimane. Voglio dire, fai un'escursione con le tue scarpe da ciclismo e queste aree si danneggiano, ma in circostanze normali resistono alla prova del tempo.

Sovrascarpe come le Diluvio Pros che Ash ha recensito e le Diluvio C, dove il neoprene si estende intorno a coprire parte della suola, forniscono un po' più di isolamento, ma il tessuto inevitabilmente si graffia prima o poi, non importa quanto si stia attenti.

Ho usato le Diluvio UL con vari tipi di scarpe e hanno funzionato bene con tutte. Ho dovuto convincere la chiusura in velcro a posizionarsi bene tra il battistrada del tallone e quello dell'avampiede di alcune scarpe di ghiaia, ma è sempre stato possibile.

Copriscarpe castelli diluvio ul 1

Una cosa che si nota molto quando si indossano le Diluvio UL è che si estendono più in alto sopra la caviglia rispetto alla maggior parte delle sovrascarpe in circolazione. Questa è una buona cosa per assicurarsi che lo spray della strada rimanga fuori. Non c'è nessun cinturino in velcro per regolarli in alto, quindi quello che vedi è quello che ottieni quando si tratta di tenuta intorno al polpaccio. Non posso dire che era un problema per me, e se avete gambe più grosso di me, il neoprene è abbastanza elastico da non sentirsi restrittivo.

Il tessuto riflettente sul tallone fornisce una visibilità molto evidente e il nome Castelli che è scritto sul lato a grandi lettere (beh, in realtà dice 'Caste' su una sovrascarpa e 'Stelli' sull'altra) è anche riflettente.

Castelli dice che le Diluvio UL sono adatte a temperature da 2-14°C (con le Diluvio Pros, leggermente più spesse, che hanno un range di 0-14°C). Li ho usati in alcune mattine fredde nelle ultime settimane e direi che è circa giusto per le normali calze invernali. Non ho pensato alle dita dei piedi fredde a queste temperature, anche se si potrebbe desiderare qualcosa di più spesso in condizioni di gelo. Certo, ci sono sovrascarpe là fuori che forniscono più isolamento, ma queste fanno il lavoro promesso.

I copriscarpe invernali in neoprene partono da circa 30€, e molti si collocano nella fascia di prezzo tra i 30 e i 50€. I sovrascarpe Diluvio C di Castelli costano 5 euro in meno dei Diluvio UL a 45 euro, anche se hanno un design più semplice senza una vestibilità così scolpita, e non si estendono così in alto sopra la caviglia.

Ci sono anche un sacco di sovrascarpe più costose. Le BioRacer One Tempest Protect Pixel Overshoes che Liam ha recensito all'inizio dell'anno costavano 56€, per esempio, e le Assos Assosoires Winter Booties che costavano 70€ quando le abbiamo recensite sono ora 80€.

Il motivo per cui di solito sono riluttante a pagare 50€ per delle soprascarpe è che so quanto velocemente le uso. Tuttavia, questi hanno buone prestazioni e dureranno più a lungo di molti altri, quindi penso che siano un buon acquisto.

Nel complesso, questi sono abbastanza resistenti e funzionano bene con vari tipi di scarpe da ciclismo. Il neoprene tiene l'acqua fuori bene e fornisce abbastanza calore per la maggior parte delle condizioni, ma non proprio tutte.

Verdetto

Sovrascarpe resistenti che fanno un buon lavoro per mantenere i piedi asciutti e caldi