Pantaloni da ciclismo impermeabili b'twin 900

I pantaloni da ciclismo impermeabili 900 di B'Twin meritano un'occhiata se siete alla ricerca di protezione dalle intemperie e non volete spendere troppo. Questi pantaloni sono ideali per i tragitti più brevi, quando non si ha fretta, per i quali l'impermeabilità e la traspirabilità sono adeguate. Le soprascarpe sono una bella caratteristica per il ciclismo, ma li rendono meno utili per le attività non ciclistiche. Parliamo innanzitutto del prezzo: 29,99 euro non sono molti per dei pantaloni impermeabili e devo dire che le mie aspettative sulle loro prestazioni erano basse.

Pantaloni escapism di pas normal studios

I pantaloni Escapism di Pas Normal Studios sono estremamente validi: sono elasticizzati, calzano e pendono bene, sono fatti davvero bene e sono molto comodi sia in bici che fuori. Tuttavia, sono notevolmente più costosi di alcuni concorrenti molto forti. Immaginate dei pantaloni elasticizzati da passeggio e avrete capito la situazione, anche se ci sono alcune sottili caratteristiche specifiche per il ciclismo da abbinare a quel logo non proprio discreto. La vita è alta sul retro e, grazie all'elasticità ben calibrata e alla cintura regolabile (per lo più nascosta), rimane ben salda durante la pedalata e non vi lascia esposti alle correnti d'aria.

Altura nightvision overtrouser

I pantaloni Altura Nightvision Overtrousers sono altamente traspiranti, molto comodi e tagliati in tessuto completamente impermeabile. Purtroppo non si può dire lo stesso delle tasche, che lasciano entrare la pioggia per impregnare i vestiti. Trascorro molto tempo in sella con un abbigliamento normale e ho gli incubi di arrivare a destinazione inzuppato. Anche se ho avuto un grande successo con le giacche Gore-Tex, la mia esperienza con i pantaloni impermeabili è stata piuttosto mediocre.

Pantaloni tecnici rapha

Il boom del ciclismo è in pieno svolgimento e sta passando dall'essere solo un'attività di svago a una parte integrata della vita quotidiana di molte persone. L'abbigliamento e gli accessori giusti stanno diventando oggetti indispensabili, e i pantaloni tecnici di Rapha rientrano perfettamente in questo ruolo - sono davvero un kit completo, ideale per il ciclista urbano. Rapha li descrive come "un paio di pantaloni resistenti per la guida in città, il pendolarismo e i viaggi", e chiama la vestibilità "slim", ma io direi che sono più vicini all'estremità rilassata dello spettro slim, il che rende la guida più confortevole.

Chrome madrona 5 pocket pant

I pantaloni Madrona 5 Pocket di Chrome sono pantaloni eleganti, alla moda e comodi, con dettagli di design specifici per il ciclismo sufficienti a renderli ugualmente a loro agio sia sulla bici che fuori. I pantaloni Madrona di Chrome - o pantaloni, come sono più a mio agio nel chiamarli - sono disponibili in nero o blu navy e seguono un design cinescopico. Il che significa che sono una gradita alternativa più intelligente alla prevalenza di denim da ciclismo che sembra inondare il mercato del ciclismo urbano.

Pantaloni pearl izumi rove uomo

I pantaloni Rove di Pearl Izumi sono elasticizzati, comodi e assolutamente non restrittivi in sella. Hanno un aspetto elegante e alcuni eccellenti elementi riflettenti nascosti. Ma nonostante alcune pretese di impermeabilità, sono un po' leggeri per tutto l'anno. Sembra che non ci sia carenza di pantaloni da ciclismo urbano e pendolare sul mercato in questi giorni. Ma mentre è un punto banale dire che alcuni sono meglio di altri, le impressioni iniziali di queste opzioni Rove di Pearl Izumi sono molto buone.

Vulpine uomo omnia cycling jeans

I Vulpine Omnia Cycling Jeans da uomo sono comodi dentro e fuori la bici, pratici e mi stavano molto bene - infatti mi sono trovato ad indossarli più dei miei jeans normali. La prima cosa da notare su di loro è che non sembrano diversi da un normale paio di jeans, a prima vista, comunque. Secondo me questo è il 50% del problema che le aziende affrontano quando fanno jeans per il ciclismo - la gente li indossa perché non sembrano kit da ciclismo; quindi hanno bisogno di includere tutte le caratteristiche che li rendono pratici per il ciclismo, riducendo al minimo i segni che è quello che sono per loro.

Vulpine - jeans da ciclismo da uomo

I jeans da ciclismo da uomo di Vulpine offrono tutto quello che ci si può aspettare da un denim adatto al ciclismo. Si adattano bene con una buona copertura sul retro; offrono un po' di elasticità, in modo da non ostacolare i movimenti; e hanno anche un comfort impressionante in sella con un diamante di materiale senza cuciture al tassello. Solo un po' più di riflettività sarebbe stato bello. Pro: Molto comodi in sella, bella vita alta sul retro, prezzo giusto per dei jeans specifici per il ciclismo Contro: Il tassello a diamante non è rinforzato, ci vorrebbe più riflettività Vulpine non ha carenza di kit alla moda e sono rimasto super impressionato dalla giacca Softshell Harrington che ho testato di recente.

Pantaloni endura urban luminite

I pantaloni Urban Luminite di Endura possono essere un po' carenti di extra pratici - per esempio, non ci sono tasche, non ci sono mosche o chiusure con bottoni a pressione e non ci sono taglie regolabili - ma compensano più che bene con un'impermeabilità, traspirabilità e riflettività semplicemente superbe. Come un efficace paio di pantaloni overtrousers per quando il gioco si fa duro, sono difficili da battere. Come ninny negativo, la prima cosa che ho notato degli Urban Luminite Pants di Endura è stato quello che non avevano.

Proviz reflect360 pantaloni impermeabili da uomo

I pantaloni impermeabili Reflect360 di Proviz sono pantaloni decenti che fanno bene i loro due principali lavori previsti, mantenendoti protetto dalle intemperie e facilmente visibile in cattive condizioni. Tuttavia, la traspirabilità non è il loro punto forte e diventerai umido se sudi. Per tutti gli extra aggiunti che molti produttori di prodotti gettano sui loro prodotti nella speranza di dare loro un vantaggio sui rivali, è giusto dire che la maggior parte dei pantaloni da ciclismo impermeabili tende ad attenersi abbastanza risolutamente al compito in mano.