La Stages SB20 è una smart bike di buona qualità, solidamente costruita e con molti pregi. Nel complesso supera la Wattbike Atom, la bici con cui è più direttamente in competizione. Si colloca nella fascia più costosa del mercato delle vere smart bike e non è così performante come altre, ma nel complesso è un'ottima opzione per un uso intensivo in casa.

Se siete ciclisti, probabilmente conoscerete Stages perché produce misuratori di potenza basati sulle pedivelle. Ma per la maggior parte del resto del mondo, Stages è un'azienda che produce biciclette da spinning per gli amanti della palestra.

La SB20 è fondamentalmente l'incontro di questi due mondi: è la tecnologia di potenza a manovella di Stages integrata in un telaio basato sulla gamma SC di biciclette da palestra dell'azienda, con la stupida trasmissione a rotazione sostituita da un'unità di resistenza elettromagnetica che agisce su un enorme volano da 23 kg, azionato da una cinghia in carbonio Gates silenziosa e affidabile.

La SB20 offre fino a 2.200 W di resistenza, che dovrebbero essere sufficienti a meno che non vinciate regolarmente sul circuito sprint della pista, e il cambio è virtuale e configurabile in base alle vostre preferenze. Per saperne di più, vi invito a leggere il sito.

L'SB20 è stato progettato per un uso intensivo al chiuso con un'applicazione di allenamento intelligente, e si è pensato di renderlo ideale per questo scopo. È possibile ricaricare il telefono o il tablet tramite USB mentre si pedala, e in dotazione ci sono un vassoio per il telefono e un supporto per iPad opzionale. Su entrambi i lati della bici sono presenti due portaborracce che accettano praticamente qualsiasi bottiglia, in modo da non essere limitati ai bidoni da bici: se volete, potete usare la vostra borraccia da palestra. La bicicletta è compatibile con ANT+ e Bluetooth, quindi funzionerà con qualsiasi applicazione di allenamento.

Allenatore indoor stages sb20 smart bike 0

La SB20 è un oggetto solido e rassicurante. Non tentate in nessun caso di spostare il box da 70 kg da soli, a meno che non vogliate un'ernia. Una volta estratto dalla scatola e assemblato, cosa sorprendentemente facile, non è difficile da manovrare sulle sue due ruote a pattino, ma se dovete sollevarlo in posizione o salire le scale, assicuratevi di avere un amico robusto a portata di mano.

Allenatore indoor stages sb20 smart bike 1

Come per tutte le biciclette intelligenti, uno dei vantaggi di avere un'attrezzatura statica come questa è la possibilità di regolazione. Potete cambiare tutto: altezza e offset della sella, stack, reach, lunghezza delle pedivelle... potete anche cambiare il manubrio, se volete.

Allenatore indoor stages sb20 smart bike 2

Questa è un'ottima notizia se in casa c'è più di una persona che vuole usare la bici; supponendo che entrambi possiate usare la stessa lunghezza di pedivella (spostare i pedali è una seccatura), le altre modifiche possono essere fatte in meno di un minuto, soprattutto se avete preso nota delle impostazioni. Potrebbero essere necessari alcuni tentativi per mettere a punto l'impostazione, ma una volta che l'avete fatto la configurazione è facilmente ripetibile.

Allenatore indoor stages sb20 smart bike 3

Ho già detto che l'SB20 utilizza la tecnologia di alimentazione basata sulla pedivella di Stages. Si tratta del misuratore di potenza bifacciale Stages Gen 3, che offre una precisione di +/- 1,5% ed è utilizzato da numerose squadre professionistiche WorldTour.

Allenatore indoor stages sb20 smart bike 4

Da un certo punto di vista è un bene, in quanto è ben collaudato a livello WorldTour ed è ben sviluppato e affidabile. Ma è meno positivo in un altro senso: i due misuratori di potenza funzionano con le proprie celle a moneta da 2032, come sulla bicicletta. Ciò significa che, anche se la bicicletta è collegata alla rete elettrica per la resistenza elettromagnetica, dovrete comunque sostituire le batterie del misuratore di potenza di tanto in tanto. In genere hanno una durata di circa 100 ore, il che significa che se siete appassionati di ciclismo, vi basteranno pochi mesi. Non è un problema, ma si sa che si spegneranno prima (o nel bel mezzo) di quell'importante gara di Zwift per la quale si sta lavorando.

Allenamento

Ok, diamo un'occhiata a qualche numero. Ecco un grafico di un allenamento di benchmarking della potenza che faccio spesso, perché copre gran parte della mia gamma di potenza ciclistica e si possono anche cambiare un paio di altre variabili lungo il percorso e vedere come funziona la modalità ERG. Stavo confrontando l'SB20 con i pedali bifacciali Rally 200 di Garmin, che ho trovato precisi e affidabili in una serie di questi test.

Allenatore indoor stages sb20 smart bike 5

Innanzitutto, e ovviamente, l'SB20 sta facendo un buon lavoro. Per questo test la bici legge leggermente al di sotto dei pedali (212W contro 219W), mentre per altre corse ad alta intensità (ad esempio le gare) la bici Stages legge sopra i pedali e non sotto. Si può notare che qui fa entrambe le cose, in punti diversi della corsa, ma in generale la linea blu è leggermente al di sotto di quella viola.

Ad intensità intorno al 100% della FTP, i due misuratori di potenza concordano maggiormente. I primi tre intervalli dopo il riscaldamento sono al 110-130% della mia FTP, e la differenza tra i due tracciati è solo di circa 3W. Man mano che si sale nella scala dell'intensità, il divario tende ad aumentare: quando si arriva ai due sprint finali (225% e 250%) il divario tra i due è di circa il 10%, mentre nella zona FTP è più dell'1%.

Allenatore indoor stages sb20 smart bike 6

I due misuratori di potenza rispondono in modo diverso anche agli sforzi in piedi. Gli intervalli due e quattro sono in piedi e le linee divergono un po' di più, con una discrepanza del 3%. Poiché sto pedalando a una cadenza più bassa, potrebbe essere dovuto alla frequenza di campionamento dei diversi misuratori di potenza, o più probabilmente rispondono in modo diverso a una pedalata meno uniforme, che è quella che si ottiene quando si sta in piedi.

Allenatore indoor stages sb20 smart bike 7

E quale dei due è giusto? Impossibile dirlo, davvero. Non avrei problemi con nessuna delle due tracce di potenza indipendentemente dall'altra, e le differenze sono piuttosto sottili. Nessuna delle due è esattamente giusta, ma entrambe sono abbastanza vicine. I numeri che vedevo mi rendevano competitivo con le persone con cui sarei stato competitivo all'aperto, quindi sono del tutto credibili.

Ho eseguito questo test in modalità ERG, dove l'allenatore cerca di regolare la resistenza per produrre la potenza corretta in base alla cadenza. Non direi che l'SB20 sia particolarmente bravo in questo senso, rispetto ai suoi diretti rivali e ad altri trainer a trazione diretta che ho usato. Ecco alcuni motivi.

Quando si pedala a cadenza costante, l'SB20 non cade (in genere) nella trappola di aumentare troppo la resistenza e poi di ridurla, con il risultato di un picco di potenza all'inizio di ogni intervallo. Questo è un bene, ma si spinge un po' oltre. La rampa di salita è troppo lenta, quindi quando si esegue uno sforzo di sprint di 10 secondi in genere non si raggiunge la potenza desiderata. L'ultimo picco sul grafico è uno sforzo da 675 W sulla carta, ma non sono arrivato a 600 W prima della fine dell'intervallo. Era una cosa comune. Inoltre, non è che la bicicletta si regoli più lentamente per assicurarsi di ottenere il giusto risultato e poi si fermi lì: c'è ancora una discreta variazione nella potenza.

Allenatore indoor stages sb20 smart bike 8

Terminare gli intervalli ad alta potenza e passare al recupero a bassa potenza è un altro aspetto con cui l'SB20 sembra avere qualche problema. Spesso ci vuole un po' di tempo prima che la resistenza scenda, e quando lo fa scende troppo. Ciò è particolarmente evidente nel secondo intervallo, quando la bici ha mantenuto l'intervallo per almeno cinque secondi di troppo, poi ha abbassato la potenza fino a circa 50W prima di farla risalire al livello di recupero di 145W. La bici Stages ha avuto costantemente problemi con la potenza da alta a bassa. O, piuttosto, ha avuto problemi in modo incoerente, il che è peggio.

Allenatore indoor stages sb20 smart bike 9

Nel complesso, l'esperienza ERG non è stata granché. Confrontate questa traccia con lo stesso allenamento eseguito su un Saris H3, che al momento è il miglior trainer ERG. Zwift assegna una stella per ogni intervallo di potenza che ritiene sia stato raggiunto. L'H3 ha ottenuto 21/21, ogni volta. L'SB20 normalmente si aggirava intorno ai 15/21.

Allenatore indoor stages sb20 smart bike 10

Se si abbandona la modalità ERG, se si pedala in Zwift/RGT/Rouvy ci sono altri due modi per influenzare la resistenza. Da un lato, i cambiamenti di pendenza nel mondo virtuale che si sta esplorando saranno trasmessi alla bicicletta e la resistenza cambierà di conseguenza. Dall'altro lato, ci sono dei pulsanti di cambio sulle leve che consentono di modificare manualmente la resistenza, proprio come se si stesse cambiando marcia. Ci sono tre pulsanti su ogni leva e, quando la bicicletta è collegata all'app Stages Link sul telefono, è possibile assegnare loro diverse funzioni.

L'app offre una serie di configurazioni standard, che riproducono le trasmissioni a singola e doppia corona. È anche possibile scegliere di utilizzare Dream Drive, che offre una configurazione sequenziale con un massimo di 50 marce. Ne ho provate alcune e alla fine ho optato per il Dream Drive con 20 marce, in quanto offriva un salto decente tra le marce ed era facile da ricordare: i pulsanti della mano destra per rendere le marce più difficili, quelli della mano sinistra per renderle più facili. Per me i pulsanti non sono sufficientemente distanziati per essere distinti, quindi avere le marce alte e le marce basse una accanto all'altra su un'unica leva ha portato a molti errori di cambiata, soprattutto negli sprint dove afferrando il cofano si possono premere accidentalmente. Sono tutti un po' piccoli e vicini.

Allenatore indoor stages sb20 smart bike 11

Il cambio di marcia in sé è abbastanza decente; non è il clunk realistico che si ottiene sulla Tacx Neo Bike Smart e non è nemmeno buono come quello della Wahoo Kickr Bike, ma è più veloce della Wattbike e abbastanza facile da abituarsi. Non c'è uno schermo che vi dica in che marcia siete, quindi se volete queste informazioni dovrete accoppiarvi con l'app Stages Link sul vostro telefono, il che va bene se non volete usare il vostro telefono per gestire Zwift Companion. Ho finito per usare due telefoni, uno per ciascuno. Lo stesso problema si presenta con la Wattbike Atom; sia la Kickr che la Neo hanno un display per la marcia, anche se uno (quello della Kickr) è pessimo e l'altro (quello della Neo) è buono.

Allenatore indoor stages sb20 smart bike 12

Stages fa un gran parlare delle dimensioni della ruota libera della SB20 (22,5 kg) e di come questa dia una "sensazione incredibilmente realistica in salita, in accelerazione e in discesa". È vero: la sensazione di guida della SB20 è piuttosto buona. Rispetto al mio allenatore abituale, un Tacx Neo 2, mi è sembrato un po' più facile andare a vuoto negli sprint in pianura, il che ha reso lo sprint uno sforzo ad alta cadenza, ma nel complesso sono stato molto soddisfatto dell'esperienza a bordo dell'SB20. È silenzioso, solido e facile da usare per gli sforzi indoor più lunghi.

È "l'unica bicicletta in grado di offrire l'inerzia realistica della corsa all'aperto", come sostiene Stages? Non proprio, no. Avendo guidato tutte le principali smart bike statiche, direi che la sensazione di pedalata della SB20 è più o meno pari a quella della Wahoo Kickr Bike ed è migliore della Wattbike Atom, ma per me la Tacx Neo Bike Smart è ancora la migliore in termini di qualità di pedalata. Per me è ancora la migliore in assoluto. È dotato di ventole inutili, ma quasi tutto il resto è perfetto: sensazione di corsa eccellente, telaio solido, grande regolabilità, display utile.

Al prezzo di listino l'SB20 costa 500 euro in più rispetto al Tacx, e a quel prezzo non lo prenderei in considerazione. Ma realisticamente si possono trovare entrambe le bici e la Wattbike Atom per circa la stessa cifra, mentre la Kickr Bike, più complicata, costa molto di più.

Conclusione

Come ogni smart bike statica, la Stages SB20 ha molto senso se avete intenzione di fare molti chilometri in casa e soprattutto se più di una persona vuole pedalare. I principali punti di forza della SB20 sono la struttura super solida, la silenziosità e i numeri di potenza precisi. Per me non è il migliore della categoria - le prestazioni ERG sono state un po' deludenti e ci sono anche alcuni problemi di hardware - ma è comunque un'ottima opzione per gli allenamenti indoor ad alto volume.

Il verdetto

Allenatore indoor solido, silenzioso e preciso per i corridori che si allenano ad alto volume