L'Archer Components D1x Trail porta il cambio wireless su qualsiasi bicicletta con qualsiasi mech e qualsiasi numero di marce. Inizialmente progettato per manubri piatti, ma con una versione drop-bar in arrivo, c'è un grande mercato qui per gli utenti e le biciclette di tutti i tipi - soprattutto quando il cambio wireless di solito costa tre o quattro volte tanto.

Il cambio wireless è in giro da qualche anno, ma ha ancora un prezzo elevato - il cambio posteriore AXS più economico di SRAM e il cambio a pollice sotto il manubrio costano poco meno di 1.000 euro, e hai ancora bisogno di altri 230 euro di cassetta e catena a 12 velocità.

Il costo è alto soprattutto perché è difficile inserire un motore potente, veloce, impermeabile e antiurto (e il suo meccanismo di controllo) in uno spazio piccolo e vulnerabile. Fondamentalmente, a meno che tu non sia coniato e idealmente sposato con un meccanico, è un non-starter.

Il D1x Trail adotta un approccio fondamentalmente diverso, adattando il controllo wireless alle parti meccaniche esistenti.

Archer components d1x trail con telecomando standard 0

La grande differenza è che il motore non è nel mech, ma nel D1x shifter - una scatola che si monta sul telaio e tira un cavo standard da 1,2 mm attraverso un alloggiamento standard. Questo significa che il meccanismo può essere montato praticamente ovunque sulla tua moto per far passare un cavo del cambio, e non deve ridursi in un mech.

Archer components d1x trail con telecomando standard 1

Se vuoi il cambio D1x su una bici drop-bar sotto le cime, il cambio è compatibile con il supporto Matchmaker di SRAM, quindi sono disponibili molti adattatori.

Misurando 13 x 5 x 2cm e pesando 235g incluso il cambio, il telecomando e le batterie, il D1x è un pacchetto piuttosto compatto che non spicca sulla tua bici. L'installazione è semplice e fattibile da chiunque abbia un minimo di abilità e qualche strumento.

Archer components d1x trail con telecomando standard 2

Archer ha un buon video che spiega il processo, e le lunghezze incluse del cavo esterno, le ghiere e il breve cavo interno vanno tutti insieme facilmente. Non c'è bisogno di grasso sulla vite di piombo - può rovinare le cose se il grasso normale arriva sul potenziometro.

L'applicazione

L'app D1x è eccellente, con un'impostazione intuitiva che ti guida attraverso la selezione delle marce e la regolazione fine della posizione del mech su ogni rapporto per garantire turni perfetti. Ha bisogno di accoppiamento ogni volta che si accede al cambio, e mentre non dovrebbe essere necessario farlo spesso dopo la configurazione iniziale, sarebbe bello vederli rimuovere questo passaggio.

Archer components d1x trail con telecomando standard 3

L'app ti dice il livello della batteria sia per il cambio che per il telecomando, in cinque incrementi. Si ottiene anche un'indicazione della batteria dal cambio all'avvio. Archer dice: "Verde significa andare, rosso significa caricare dopo questo giro, e rosso lampeggiante significa caricare prima di andare".

Completamente personalizzato

Ci sono molte impostazioni configurabili come il numero di turni, la microdistanza per ogni turno, e il numero di passi 'Quick Shift' (fino a cinque) che il mech salta quando uno dei due pulsanti viene tenuto premuto. È possibile scambiare i pulsanti per il cambio verso l'alto o verso il basso, impostare una distanza e una durata di overshoot per forzare le marce difficili da cambiare, e anche scegliere una marcia 'get me home' per default se la batteria si esaurisce.

C'è una modalità Low Power, che disattiva il timer di spegnimento automatico (5, 15, 30 minuti o mai), che raddoppia la durata della batteria... a meno che non ti dimentichi di spegnerla quando ti fermi, e si scarica. Scegli quello che più si addice alla tua memoria!

Per guidare, basta tenere premuto il pulsante del cambio per svegliare il sistema, poi tenere premuto uno dei pulsanti del telecomando fino a quando il LED lampeggia verde, poi arancione, per dire che è collegato. Questo è tutto.

Archer components d1x trail con telecomando standard 4

Ho sperimentato alcune occasioni in cui l'app del telefono non voleva accoppiarsi con il cambio - spegnendo e riaccendendo il Bluetooth del mio telefono l'ho risolto. Difficile dire se è stata colpa dell'app, del cambio o del mio telefono, ma in generale la mia esperienza con il D1x è stata solida, in particolare in mezzo al nulla e nel macinare una palude gelata fino alle caviglie.

È bello sapere che il D1x può gestire questo tipo di assurdità, soprattutto perché Archer dice che il firmware dell'unità non può essere aggiornato.

Installazione

Probabilmente la sfida più grande sarà capire dove montare il cambio. Sotto il fodero sembra il più popolare, a giudicare dalle foto online, ma per me esporre 300 euro di hardware a colpi di roccia o radici non è attraente.

Archer components d1x trail con telecomando standard 5

La maggior parte delle moto dovrebbe essere in grado di ospitarlo sul fodero, e mentre avrete probabilmente bisogno del vostro esterno per raggiungere, qualsiasi alloggiamento del cambio standard e ghiera funzionerà. Ci vuole meno di un minuto per staccare una copertura di gomma e scambiare gli interni, anche - l'app ha anche un'impostazione per cambiare il cavo.

Le celle di alimentazione

Le due batterie AA del cambio sono in realtà celle Li-Ion 14500 da 3,7V, quindi non sono assolutamente sostituibili con le normali AA da 1,2 o 1,5V. Allo stesso modo, la pila AAA 10440 nel telecomando è da 3,7V.

Questo non è un grosso problema, però - Archer vende un Trailside Battery Kit che comprende le tre batterie, una chiave a brugola da 1,5 mm per il telecomando, e quattro viti di ricambio in una piccola custodia con cerniera. Danno per scontato che tu abbia una moneta, un cacciavite o un esagono da 4 mm per allentare il tappo della batteria.

Il caricabatterie a due celle incluso (44g) è di nuovo specifico per queste celle Li-Ion 3.7V, e prende un ingresso 5V (cavo corto incluso). Il connettore micro-USB significa che, in un lungo tour lontano dalla rete per settimane, si potrebbe ricaricare utilizzando un pacco batterie o un hub dinamo.

La durata dichiarata di una carica completa è "fino a" 80 ore, e questo si dimostra più che sufficiente per rendere facile la gestione della carica.

Resistente alle intemperie

L'impermeabilità è IP65, quindi dovresti essere a posto con schizzi generali, lavaggi e esplosioni attraverso i fiumi, ma l'immersione permetterà all'acqua di entrare nel tunnel dell'unità e potrebbe causare problemi. Le schede dei circuiti sono 'conformalmente rivestite' per la protezione, ma l'interruttore tattile non è classificato IP67 e in caso di ingresso di acqua l'unità si spegnerà da sola. Una volta che si asciuga, l'unità dovrebbe tornare al normale funzionamento.

Le batterie e il motore sono classificati a -10°C, anche se non si può combattere la degradazione delle reazioni chimiche a basse temperature, quindi la durata soffre inevitabilmente quando fa davvero freddo là fuori. Detto questo, non ho avuto problemi a pedalare a -5° C.

Prestazioni

Il cambio non è veloce come il Di2 o l'AXS, ma avviene comunque in una frazione di secondo. Una volta accoppiato, il cambio funziona perfettamente, e il fatto di poter tagliare le marce al volo è fantastico. Basta premere e tenere premuto il pulsante 'micro adjust' del telecomando per un secondo. Il LED lampeggia in arancione, e si può fare un passo avanti o indietro per far passare la catena senza problemi sull'anello scelto. Premi di nuovo il pulsante e il gioco è fatto.

Il mio primo giro con il D1x (a parte i viaggi alla fine del vialetto) è stato un ciclo di 200 km di bikepacking notturno dei Cairngorms. Il sistema si è accoppiato perfettamente dopo ogni risveglio e non ha mai mancato un turno, nonostante le temperature sotto lo zero e il fango infinito, gli spruzzi d'acqua e i rimbalzi su radici e rocce. I pulsanti del telecomando sono facili da colpire con due strati di guanti spessi.

Il 'contachilometri' nell'app mi dice che ho cambiato 4011 volte in 13 ore di guida - circa cinque al minuto. Un bel po' di giri più avanti e le batterie sono ancora entrambe a tre barre, dalla loro carica completa iniziale.

Valore

A 287 euro il D1x non è economico, ma per il cambio wireless è incredibile - tre o quattro volte meno della concorrenza. L'unico paragone è SRAM AXS, che se non hai già una trasmissione SRAM a 12 velocità ti costerà una fortuna - ben oltre 1.000 euro - per montarla. E se si rompe un cambio posteriore, la sola sostituzione costerà più del doppio del prezzo del sistema D1x.

La grande domanda è: perché non continuare con il cambio a cavo, quando questo ha funzionato bene per decenni? Perché non funziona bene - o per niente - per alcuni.

Considera qualcuno con un infortunio o una condizione, come l'artrite, che rende il cambio regolare difficile o impossibile. Considerate gli amputati e i ciclisti manuali che hanno bisogno di cambiare, sterzare e alimentare in un colpo solo. Archer riconosce questo e offre una versione con pulsanti che richiedono molta meno pressione per essere attivati, specificamente per coloro che non sono in grado di spingere con forza o senza dolore.

E poiché si tratta di Bluetooth, la tecnologia è aperta anche all'attivazione vocale o persino al cambio automatico in base alla cadenza, alla velocità o alla potenza.

Archer è affezionato al detto 'Keep Mechs Dumb' - e penso che questo sia un punto chiave qui. Anche se stai bene con il cambio a cavo, è probabile che il tuo mech posteriore sia un bel po' di denaro - tipo, non lontano da €100 - appeso giù tra le rocce e i bastoni, in attesa di essere distrutto. Se si pedala molto e spesso, le spese di riparazione potrebbero aumentare. Ma il D1x ti permette di montare qualsiasi mech della stessa capacità/catena e goderti un cambio da 2 a 12 velocità o più. Poiché i passi di indicizzazione e i rapporti di tiro sono tutti ora definiti dal software e configurabili dall'utente, anche durante la guida, fino a quando il mech può liberare la cassetta non c'è motivo che l'antico SGS-gabbia SLX 10 velocità nel tuo cestino delle parti non possa essere eseguito al posto di un mech SRAM Eagle 12 velocità da 275 euro.

La mente è letteralmente sbalordita dalle opzioni che un tale sistema apre. Liberato dai capricci dell'indicizzazione della leva del cambio, dei rapporti di trazione o del passaggio dei cavi, il D1x diventa un hub attorno al quale innovare il proprio mashup di trasmissione. L'ascesa del gravel riding con la sua necessità di gamme di cambio mega-ampie e trasmissioni 1x è stata (fino a poco tempo fa) frenata dal tradizionale design del cambio a leva da strada e dalle opzioni meccaniche associate. L'Archer D1x e il prossimo drop-bar leva remota risolve questo.

Quelle fastidiose biciclette elettriche

Le biciclette elettriche sono un'altra grande opportunità. Molti sono dotati di cavi interni che vanno su e sopra i motori nel loro tortuoso percorso verso il fodero e il cambio posteriore. Sono un meccanico di biciclette con molte migliaia di ore di esperienza... eppure non posso cambiare i cavi del cambio sulla mia ebike o su quella di mia moglie senza annullare la garanzia di due anni del motore.

Cambiare un cavo esterno comporta lo smontaggio del motore di entrambe le nostre moto, un processo che il mio rivenditore locale Bosch & Yamaha dice essere un lavoro di due ore: probabilmente la parte migliore di 80 sterline. Il cambio wireless evita questo problema.

Nel complesso

Naturalmente, se potete usare e mantenere il cambio meccanico senza problemi, non avete bisogno del D1x - a meno che non cestiniate regolarmente i costosi mech e vogliate avere la possibilità di usare quelli molto più economici con trasmissioni a 12 o 13 velocità. Se volete o avete bisogno del wireless accanto a un mech regolare per qualsiasi altra ragione - salute, abilità, costi di manutenzione, bling - Archer D1x è attualmente l'unica opzione comunque. Tanto vale che sia dannatamente bravo a farlo.

Verdetto

Spostamento senza fili per (alcune) masse, in un pacchetto molto ben eseguito e robusto con un enorme potenziale