Il Panaracer GravelKing EXT+ TLC affronta molto bene le condizioni britanniche grazie a un battistrada più profondo rispetto al resto della gamma e a una maggiore protezione dalle forature. Hanno anche un buon prezzo, ma sarebbero gradite misure più ampie.

Panaracer GravelKing EXT+ TLC pieghevole Offerte di pneumatici

Ho usato praticamente tutta la gamma di questi pneumatici, dai GravelKing Slicks agli SK Small Knobs (smettetela di ridere dietro) e i Semi Slick nel mezzo.

Sono tutti ottimi pneumatici, ma a causa della mancanza di profondità del battistrada sono limitati alle sole condizioni di asciutto. Al contrario, l'EXT+ ha un battistrada di circa 2,5 mm, che può essere utilizzato quando il terreno è morbido. Molte strade secondarie e simili sono costituite da un misto di ghiaia e fango e quindi possono diventare scivolose sul bagnato; questi pneumatici hanno un'aderenza sufficiente per ottenere la trazione in tutte le condizioni, tranne quelle più scivolose.

In pianura e in salita riducono al minimo il pattinamento delle ruote, eliminando rapidamente il fango, e i tasselli laterali scavano nelle curve, dando la possibilità di lasciare andare la moto e divertirsi.

Le ho usate principalmente sul mio percorso preferito, che comprende ghiaia (ovviamente), erba, fango e argilla, e lì ho trovato le EXT molto competenti. Il gesso bagnato è stato probabilmente la loro sfida più difficile e, pur scivolando un po', si sono comportati meglio di molti pneumatici da ghiaia. Il fattore principale è lo spazio rapido del battistrada.

Rotolamento

A un certo punto probabilmente vi ritroverete a pedalare su strada per concatenare i vostri tratti sterrati, e questi pneumatici rotolano abbastanza bene. Il battistrada centrale è ben scorrevole sulla superficie dura e, sebbene si perda un po' di aderenza in curva rispetto a uno slick standard, la mescola ZSG (Zero Slip Grip) è abbastanza morbida da non dover preoccuparsi di scivolare via.

Con i loro 38 mm sono abbastanza larghi da non affondare in condizioni di morbidezza, ma mi piacerebbe vedere qualche opzione più ampia: 38 mm, 35 mm e 33 mm sono le uniche scelte possibili. Per i miei percorsi di ghiaia trovo che 40 mm siano giusti e 45 mm ancora meglio, soprattutto in inverno.

Protezione dalle forature

Per la protezione contro le forature si utilizza l'AX, che secondo Panaracer è una corda estremamente stretta intrecciata ad altissima densità nella carcassa, che migliora la resistenza a tagli e abrasioni. Inoltre, c'è il ProTite Shield + Plus (sì, davvero, sono ovviamente due volte più buoni), che è un materiale di rinforzo avvolto intorno all'intero pneumatico. Questo protegge anche i fianchi e il battistrada principale.

In pratica, ho trovato questi pneumatici molto robusti e durevoli. In diversi tratti delle mie corse ho avuto modo di tagliare le siepi e non ho mai avuto problemi di forature o tagli.

La parte TLC significa che sono compatibili con i tubeless, e li ho trovati semplici da montare su una serie di ruote che utilizzano cerchi con o senza gancio. I fianchi hanno perso un po' di sigillante dopo il gonfiaggio, ma se li ho portati fuori per una pedalata si sono sigillati rapidamente, dopodiché ho dovuto rabboccare l'aria solo una volta alla settimana.

Valore

A 54,99 euro, questi pneumatici sono a meno di 5 centesimi dai Maxxis Ravagers, che Jo ha descritto come "robusti e morbidi pneumatici da sterrato".

Il G-One Ultrabite di Schwalbe è più economico a 43,99 euro, ma Jamie non ne è rimasto molto colpito, affermando che sono pesanti (571 g contro i 474 g dei Panaracer) e lenti nel rotolamento.

Nel complesso

Anche se personalmente mi piacerebbe avere delle opzioni più ampie, ritengo che gli pneumatici EXT+ TLC per ghiaia possano essere utilizzati tutto l'anno nel Regno Unito.

Il verdetto

Opzioni di larghezza limitate, ma funzionano molto bene sui sentieri di ghiaia bagnati e scivolosi.