Set di ruote cero ar24

Il Cero AR24 è un solido, no-nonsense wheelset che è una buona prima scelta di aggiornamento per le biciclette di fascia medio-bassa, o come tutto l'anno buca-bashing, slurry-fording commuter / treno ruote.

Set di ruote cero ar24 0

Le AR24 sono assemblate a mano a Taiwan per il distributore/rivenditore britannico Cycle Division, e sono raccomandate per i ciclisti sotto i 100 kg per evitare i problemi inerenti quando i ciclisti pesanti usano ruote leggere e con un basso numero di raggi, in particolare sulle "strade" del Regno Unito.

Per €-per-grammo all'attuale prezzo di vendita di 175 € per una coppia di 1545g rappresentano un valore eccellente rispetto a Mavic Ksyrium Elite S da 1520g con un prezzo di strada di circa 475 € (questo include 56 € di pneumatici Mavic, ma la gomma è una scelta così personale che probabilmente finirà su eBay / nel tetto da nuovo). Anche al prezzo di listino di 299 euro sono un buon valore.

Set di ruote cero ar24 1

Naturalmente si può discutere fino a quando la Lanterne Rouge torna a casa sui meriti relativi delle diverse tecnologie, ma fondamentalmente una volta che una ruota è rotonda, rimane rotonda e gira liberamente, dover pagare più del doppio per un nome diverso dello stesso peso / tecnologia / affidabilità è una richiesta difficile. Negli ultimi anni lo stesso discorso di valore è stato fatto per le luci a LED, ora la proposta di valore delle ruote sta sentendo l'influenza della tecnologia e della produzione. Per i miei soldi a questo punto di prezzo e probabile caso d'uso ottenere il Ceros sopra il Mavics e investire la differenza in un paio decente di stivali invernali impermeabili. (Nessuna corrispondenza sarà avviata su questa strategia).

Set di ruote cero ar24 2

Le AR24 sono un bel set di - sorpresa - cerchi profondi 24mm, che bilanciano il marchio bianco/rosso con il nero che è il nuovo nero. Se ti piace lo stealth totale potresti rimanere deluso perché i loghi non sembrano essere facilmente rimovibili. I mozzi non di marca presentano linee morbide e girano liberamente su cuscinetti a cartuccia sigillati, come sta diventando la norma per quasi tutti i produttori di ruote a parte Shimano. Il freehub ha due cuscinetti sigillati all'interno, quindi la ruota posteriore ha quattro cuscinetti in totale. Dovrete pesare circa 700 kg e fare Mach 3 per superare i valori di velocità/peso dei cuscinetti. Se lo fate, Cycle Division offre un servizio di sostituzione dei cuscinetti della ruota posteriore e del corpo del freehub con montaggio per 55,00 €. La sostituzione del cuscinetto della ruota anteriore e il montaggio è di 30,00 €, con anteriore e posteriore più freehub insieme 75,00 €. Non male per ringiovanire totalmente un set di ruote da 175€ e tanto meno da 299€ dopo qualche anno di maltrattamenti.

Se avete voglia di un po' di fai da te o non potete permettervi il tempo di inattività post > officina > post indietro, i cuscinetti sono facilmente rimossi dai mozzi con un paio di chiavi a brugola da 5 mm e spinti fuori con l'asse e nuovi set possono essere ottenuti dal distributore per 20 € a ruota. Il montaggio di quelli nuovi richiede davvero una pressa per cuscinetti per farlo in modo sicuro al 100%, e non è al di là delle competenze o dell'arguzia di qualsiasi chiave inglese mezza decente. Puoi comprare il freehub da solo per 35€ se si consuma o se cambi gruppo famiglia, ci vuole una chiave a brugola da 10mm per sostituirlo e no, non puoi montare nessun'altra marca. Facendo i conti, se paghi le spese di spedizione fanno tutto il lavoro per te.

Set di ruote cero ar24 3

All'acquisto è possibile optare per la compatibilità Shimano/SRAM o Campagnolo cogset, in grado di prendere 9/10 velocità con il distanziale in dotazione, o 11 velocità senza. Utilizzando una vecchia serie di pignoni Shimano a 9 velocità con i tre rivetti che sporgono dalla parte posteriore, il distanziale piatto da 1,75 mm in dotazione era piegato in tre punti e quindi la spaziatura non era giusta - quindi è stato necessario un adattatore Mavic M40417 1,75 mm dentellato (€2).

Il freehub ha tre cricchetti che scattano in 24 rampe del mozzo e fa il classico suono "Mavic" della bobina di pesca. Si ottengono tre raggi di ricambio di diverse lunghezze nella scatola, per la parte anteriore e anche per i lati drive/non-drive posteriori. Un vantaggio dell'uso dei raggi a doppio taglio DT Swiss Competition con curvatura a J è che se ne becchi uno mentre sei in vacanza è probabile che qualsiasi negozio di bici abbia la capacità di sostituirlo sul posto, se non hai portato i tuoi ricambi con te. Per completare l'installazione, gli sganci rapidi a marchio Cero sono ben scolpiti per abbinare il design e sono comodi da usare.

Sulla strada

Scambiare un set di Ksyrium Equipes, il cavallo di battaglia di Shimano RS-500/501 e le AR24 è stata una rivelazione. Mentre il budget per i test di dalbellobike.it non raggiunge un impianto di inerzia rotazionale o un accellerometro/potenziometro su strada, le AR24 si sono certamente "sentite più veloci" delle Mavics o delle Shimanos con la stessa gomma. Fuori dalla sella lo sforzo è stato più premiato, la moto si è sentita più piantata sulla strada e la fiducia nell'immergersi nelle curve è migliorata. Quando si tira sui freni, la superficie lavorata del cerchio ha aiutato a portare le cose ad un arresto senza problemi. Nella loro prima uscita seria sono riuscito a togliere 40 secondi da un ciclo di riferimento collinare di un'ora e 20 miglia rispetto alle Ksyrium Equipes, quindi certamente non stanno rallentando le cose. Prenderò 40 secondi e forse attribuirò metà ai nuovi cerchi, metà a qualche settimana di turbo e meno torta. Guadagni marginali e tutto il resto.

Un migliaio di chilometri più tardi, con un sacco di colline, strade grezze dell'Hampshire e l'insolito sforzo di un'ora a cronometro, hanno avuto bisogno di alcune piccole modifiche per rimuovere forse 1 mm di oscillazione, ma niente di rilevabile in frenata. I raggi sono a profilo rotondo, e più silenziosi di quelli a lama Mavic e Shimano. La ruota posteriore a 24 razze a due incroci non ha emesso nemmeno un suono o un tintinnio, anche sotto gli sforzi più pesanti, e l'anteriore a 20 razze con raggiatura radiale ha puntato nella giusta direzione come richiesto.

Tutto sommato un aggiornamento raccomandato che non romperà la banca e dovrebbe fornire guadagni notevoli rispetto alla maggior parte delle ruote economiche.

Nota: Come parte di un altro test di dalbellobike.it, le AR24 sono state nastrate/valvolate a tenuta d'aria e montate prima con alcuni pneumatici Hutchinson Sector 28 e poi Schwalbe One tubeless. La larghezza interna di 17 mm e il profilo del gancio del cerchio hanno tenuto bene i pneumatici, e diverse centinaia di miglia dopo il sistema sta tenendo l'aria. Cero non marchia il set di ruote come 'Tubeless Ready' e il vostro chilometraggio può variare, ma per Schwalbe One e Hutchinson Sector 28s la combinazione ha funzionato.

Verdetto

Solido, no-nonsense wheelset che è una buona scelta di primo aggiornamento o formazione / basher inverno